Order discount diflucan

Archive for the ‘Comunicati stampa’ Category

Set16

Nuova stagione venatoria, vecchi problemi di sempre

Ieri mattina alle prime luci del giorno, come d’uso, oltre ai cacciatori anche alcuni soci del WWF hanno “fatto l’alba” nel delta del Po”. Per controllare cacciatori e, soprattutto, i bracconieri. Per quel che ci riguarda, parafrasando Remarque, “niente di nuovo dal fronte orientale”. Tradotto: i problemi riscontrati sono quelli di sempre: uso di richiami elettroacustici e di fucili a più di tre colpi.

Feb24

UE – Commissione indagherà su bracconaggio nel Delta del Po

La Commissione europea ”indaghera’ presso le autorita’ italiane circa l’efficacia dei provvedimenti adottati per porre rimedio” all’attivita’ di bracconaggio nel Parco del delta del fiume Po: il commissario Ue all’Ambiente, Janez Potocnik, ha risposto cosi’ all’interrogazione presentata dall’eurodeputato dell’IdV Andrea Zanoni sul fenomeno di bracconaggio in quella zona.

Gen23

Una petizione contro il bracconaggio

Il WWF di Rovigo promuove una petizione online contro il bracconaggio nel Delta del Po. Alla luce dei recenti fatti accaduti che confermano quanto sosteniamo da tempo, pensiamo sia indispensabile che i cittadini vengano ben informati della situazione e che in prima persona ci aiutino a far fronte al problema. Per questo motivo è stata […]

Gen04

Bracconaggio e abusivismo nel Delta: una lettera dall’Europa

I problemi del bracconaggio nel Delta del Po e degli appostamenti abusivi, che da tempo segnaliamo alle autorità competenti, in questi giorni sono stati fatti propri anche dall’eurodeputato Andrea Zanoni che ha chiesto chiarimenti al Presidente della Provincia e all’Assessore alla Caccia e ha mandato il tutto per conoscenza al Prefetto e al WWF di Rovigo

Nov02

Appostamenti abusivi nel Delta del Po

Con qualche difficoltà siamo finalmente venuti in possesso del rapporto redatto in occasione della stagione venatoria 2011/2012 da personale dell’Ufficio Tecnico-Risorse Faunistiche della Provincia. Da suddetto rapporto si evince, nero su bianco, la presenza di 17 appostamenti “in posizione non regolare che, in più situazioni, comportano lo squilibrio degli appostamenti fissi dell’intera zona”.

Sito ufficiale WWF Rovigo Seguici anche qui Facebook Flickr YouTube RSS